Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Certificazioni
UNI EN ISO 9001-2008
Qualità
#1 in Italia
Distributori
Presenti in tutta Italia
Contattaci

LA MANOVRA CORRETTIVA 2017 SUL SETTORE IMMOBILIARE

La manovra correttiva (96/2017 del Dl 50/2017) recante “disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo” è da poco diventata legge. Al suo interno vi sono interessanti aspetti che riguardano il settore immobiliare.

CESSIONE DELLE DETRAZIONI NEI CONDOMINI

La disciplina in materia di cessione delle detrazioni che si riferiscono a interventi sullo sviluppo dell’efficienza energetica nei condomini subisce delle modifiche.

Si aumenta la possibilità per i soggetti che si trovano nella no tax area (pensionati, dipendenti e autonomi) di cedere la loro detrazione fiscale ai fornitori che hanno compiuto i lavori condominiali per l’incremento dell’efficienza energetica (fino al 31 dicembre 2021). La cessione è consentita se ci sono condizioni d’incapienza nell’anno precedente a quello di sostenimento delle spese. I soggetti cessionari hanno il diritto a un credito d’imposta, che è pari alla detrazione ceduta. La possibilità di goderne è suddivisa in dieci quote annuali di eguale importo, utilizzabile, tuttavia, solo in compensazione.

I controlli dell’Enea sulla sussistenza dei requisiti per beneficiare delle detrazioni in quota maggiorata per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali saranno disciplinati con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze (entro il 30 settembre 2017). L’Enea per lo svolgimento delle sue funzioni è autorizzata alla spesa di 500 mila euro per il 2017 e di 1 milione di euro per ciascun anno dal 2018 al 2021.

CAMBIO DESTINAZIONE D’USO DEGLI IMMOBILI

Gli interventi edilizi relativi al “restauro delle case e al risanamento conservativo” possono portare alla modifica delle destinazioni d’uso dell’immobile se sono compatibili con elementi tipologici, formali e strutturali dell’organismo stesso e conforme alle norme previste dallo strumento urbanistico generale e dai relativi piani attuativi.

SISMABONUS

Modifiche anche per interventi, sulla riduzione del rischio sismico se realizzati nei comuni inclusi nelle zone che sono indicate come a rischio tellurico, che prevedono la demolizione e la ricostruzione d’interi edifici. Agli acquirenti di tali unità immobiliari antisismiche spettano le detrazioni previste in caso di riduzione del rischio sismico, rispettivamente nella misura del 75% e dell’85% del prezzo per singola unità immobiliare (fino a un massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare).

About the author