Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Certificazioni
UNI EN ISO 9001-2008
Qualità
#1 in Italia
Distributori
Presenti in tutta Italia
Contattaci

l’Isolamento sotto fondazioni a platea: le caratteristiche dei materiali isolanti

ISOLAMENTO SOTTO FONDAZIONI

L’isolamento sotto platea di fondazione è una delle modalità di costruire l’isolamento controterra; in questo caso l’isolante riveste esternamente gli elementi strutturali della fondazione e il carico di peso da sostenere è molto elevato.

I muri contro terra e le fondazioni degli edifici sono elementi costruttivi che, essendo a contatto con il terreno, possono creare notevoli dispersioni termiche se non isolati adeguatamente, e comportare una serie di problematiche conseguenti, prima fra questa la non vivibilità dei locali. Ci occupiamo da diversi decenni dell’isolamento per tali applicazioni, al fine di elevare i prodotti Venest sia nelle prestazioni isolanti, sia nella resistenza a compressione e inalterabilità dimensionale e strutturale in presenza di umidità del terreno. L’isolamento controterra è caratterizzato dall’applicazione dei pannelli isolanti all’esterno, anche rispetto alla guaina impermeabile.

 

L’isolamento sotto fondazioni a platea è un caso particolare di isolamento controterra

L’isolamento sotto fondazione a platea viene realizzato solamente dopo aver adeguatamente spianato il terreno e realizzato uno strato di magrone che formerà il piano di posa per i pannelli che, con la battentatura sui 4 lati, formeranno un piano stabile e compatto, idoneo a sopportare l’umidità proveniente dal terreno e i carichi elevati trasmessi dalla fondazione.

Rappresenta un caso particolare di fondazione, poiché, in questo caso l’isolante copre totalmente la parte esterna degli elementi strutturali della parte bassa dell’edificio. Quindi tutto il peso dell’edificio va sostenuto dagli isolanti. Il carico di lavoro dei materiali isolanti è notevole.

Questa tecnica di posa degli isolanti termici permette di ridurre la dispersione termica in tutta la parte basse dell’edificio, in particolar modo al piano inferiore. Le cantine avranno un clima migliore con una salubrità dell’aria ottimale, evitando la formazione di muffe e chiazze di umido tipiche dei sotterranei. Si evitano anche i ponti termici, e si evitano problemi di umidità di risalita. Da non dimenticare i vantaggi che si ottengono grazie ai minori consumi energetici, sia in estate che in inverno.  

Le caratteristiche dei materiali isolanti per le fondazioni a platea.

E’ facile immaginare che lo schiacciamento è il maggiore rischio da risolvere per questo isolante: rompendosi l’umidità e l’acqua entrerebbero direttamente in contatto con le fondamenta dell’abitazione, e comprometterebbero la durabilità dell’intero edificio. Per questo motivo in caso di fondazioni a platea deve essere usato un isolate con una elevata resistenza meccanica.  Dal punto di vista tecnico questa caratteristica è denominata creep resistance, ovvero, la resistenza allo scorrimento viscoso.

Stysol® di Venest

La struttura cellulare omogenea e a celle chiuse conferisce a STYSOL® di Venest un’elevata resistenza meccanica e lo rende idoneo ad essere applicato anche sotto pavimentazioni industriali e coperture carrabili. La lastra di tipo STYSOL® HD 700 in polistirene estruso ad elevatissima resistenza a compressione con pelle superficiale liscia delle dimensioni mm 1250×600 con bordo battentato sui quattro lati, esente da HCFC e HFC, è realizzata attraverso processi di estrusione ed espansione con CO2 ; con valore della resistenza a compressione al 10% di schiacciamento secondo EN 826 pari a 700 kPa, media di celle chiuse secondo la UNI EN ISO 4590 pari o superiore al 95%; assorbimento d’acqua per immersione a 28 gg secondo la UNI EN 12087 pari allo 0,7% in volume, perfetto per l’isolamento sotto fondazioni a platea.

About the author