Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Soluzioni per l'isolamento di coperture, pareti e pavimenti

Certificazioni
UNI EN ISO 9001-2008
Qualità
#1 in Italia
Distributori
Presenti in tutta Italia
Contattaci

7 consigli per ridurre i consumi e i costi dei condizionatori

Il grande caldo è (finalmente) arrivato e per affrontare questo luglio esagerato abbiamo tutti acceso i nostri climatizzatori.

L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha così deciso di stilare una lista di indicazioni  per utilizzare al meglio il condizionatore, ottimizzando il raffrescamento senza far aumentare (per quanto possibile) le bollette.

Ecco dunque i 7 consigli per sopravvivere alla torrida estate, e risparmiare fino al 7% sul totale della bolletta!

1- SCEGLIERE UN BUON CONDIZIONATORE

La scelta dell’elettrodomestico è molto importante, scegliendo un modello di classe energetica A o superiore oltre a risparmiare circa il 30% sulla bolletta si ridurranno in maniera equivalente le emissioni di CO2.

2-SCEGLIERE QUELLI CON TECNOLOGIA INVERTER

Questa tipologia di apparecchi ha un costo più elevato rispetto ai classici condizionatori, ma grazie alla tecnologia di cui sono dotati, adeguano la potenza all’effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento, riducendo notevolmente i consumi di energia. Sono la soluzione ideale per uffici ed edifici dove, in estate, l’aria condizionata è accesa per molte ore al giorno.

3- ATTENZIONE ALL’UMIDITÀ

Non bisogna impostare temperature troppo basse rispetto a quella esterna, bastano pochi gradi in meno per garantire una sensazione di benessere, molte volte è sufficiente la funzione “deumidificazione”, perché l’umidità presente nell’aria fa percepire una temperatura molto più elevata di quella reale.

4- LA POSIZIONE PERFETTA

Durante l’installazione è bene capire e studiare il posto migliore in cui posizionare il condizionatore, evitando di metterlo in basso (meglio in per agevolare il miscelamento di aria calda e fredda) o dietro a tende e muri.

Ogni stanza deve avere il suo condizionatore, o almeno le più grandi. È inutile posizionarne uno solo e farlo funzionare alla massima potenza, si raffrescherà soltanto una stanza e le altre avranno meno benefici.

 

5- VERIFICARE LA POSIZIONE E LA STABILITÀ ALL’ESTERNO DELLA CASA

Se i tubi del circuito refrigerante e la parte esterna del condizionatore sono esposti al sole o alle intemperie potrebbero danneggiarsi in poco tempo, per questo è importante scegliere una posizione adatta o proteggerli adeguatamente.

6- USARE IL TIMER

In questo modo si ridurrà al minimo il tempo di utilizzo. Inoltre è bene accendere l’apparecchio solo quando si è presenti.

7- PULIZIA E MANUTENZIONE

All’inizio dell’estate (e poi ogni due settimane circa) i filtri dell’aria e le ventole vanno ripuliti per togliete le eventuali muffe e batteri che si sono depositati durante l’inverno.

 

Tutti questi accorgimenti faranno vivere più a lungo il tuo condizionatore, ma ricorda che contare su un buon isolamento termico è la migliore soluzione per mantenere fresca e vivibile l’abitazione, utilizzando il meno possibile l’aria condizionata, risparmiando una notevole quantità di denaro sulle bollette.

Fonte: Edilportale

About the author